.
Annunci online

abbonamento

“Confiscopolis, facciamo pagare la crisi alle mafie”


Comunicato stampa
Bruxelles, 27 novembre 2009


“Confiscopolis, facciamo pagare la crisi alle mafie”

Il primo dicembre si discuterà il Programma di Stoccolma: FLARE e Libera al Consiglio d’Europa per chiedere l’inclusione a livello europeo della confisca e del riutilizzo sociale

Il 30 novembre e il primo dicembre si riunirà a Bruxelles il Consiglio Europeo dei Ministri di Giustizia e dell’Interno. L’incontro sarà incentrato sulla discussione del Programma di Stoccolma a cui parteciperanno i ministri dell’interno e della giustizia di 27 paesi membri dell’Unione Europea. Una parte della discussione verterà sulle pratiche da attuare nei prossimi 5 anni per il contrasto alla criminalità organizzata.

FLARE, il primo network europeo di associazioni della società civile per il contrasto sociale alla criminalità organizzata, e Libera intendono monitorare la due giorni di discussione presidiando con azioni simboliche l’ingresso del Consiglio dell’Unione Europea a Bruxelles. FLARE e Libera faranno pressione affinché il meeting includa il modello di “confisca e riutilizzo sociale” all’interno del Programma di Stoccolma.


continua


Da IL PICCOLO del 21 settembre


Per chi fosse in zona:

SABATO 26 SETTEMBRE
Ore 11:00 – 12:00

Incontro “economia e gioco d’azzardo” con Loretta Napoleoni

Biblioteca Civica, sala Farinati – Verona (Festival dei Giochi)
http://www.tocati.it/home.php


 Di seguito un'intervista uscita ieri su Il Piccolo

Un saluto.

Loretta


Parla l'autrice del libro La morsa

«La finanza sta tornando a commettere gli stessi errori e credo che ci saranno nuovi crolli delle Borse»

di Piercarlo Fiumano

Napoleoni: «La crisi non finirà ci aspettano tempi peggiori»

Loretta Napoleoni è un’economista tra i massimi esperti di terrorismo ed economia internazionale. È nata a Roma e vive a Londra da molti anni. Collabora con la Cnn e la Bbc e scrive per ”Le Monde”, ”El País”, ”The Guardian”, ”Internazionale” e ”L’Unità”. Il nuovo libro dell’economista (”La Morsa” edito da Chiare Lettere), che sarà presentato domani al Caffè San Marco di Trieste, presente l’autrice, alle 18, ricostruisce lo scenario post 11 settembre: dai crack finanziari al fenomeno dei mutui subprime, dalla bolla speculativa sul mercato immobiliare fino alla attuale crisi che ha travolto molte certezze consolidate sui mercati: «Il mondo della finanza - dice Napoleoni - sta commettendo di nuovo gli stessi errori. E la prossima crisi sarà ancora più violenta».

Loretta Napoleoni, nel suo libro ”La Morsa” lei vede una diretta connessione fra la crisi dell’11 settembre e la crisi finanziaria.
«Bush decide all’indomani dell’11 settembre di abbassare i tassi per pagare il costo della guerra. La manipolazione del tasso di interesse da parte dell’amministrazione Usa, con il consenso del presidente della Fed Alan Greenspan, è avvenuta per motivi politici. La strategia degli Usa e del resto dell’Occidente per affrontare la crisi, all’interno del processo di globalizzazione, è stata quella di ridurre i tassi (sono stati portati dal 6 all’1,5%) come strumento per dare ossigeno al capitalismo in espansione.
Lo stesso Greenspan, con la sua visione neo-liberista, è stato celebrato a lungo come se fosse la reincarnazione di Adam Smith. Nonostante il ripetersi di crisi molto ravvicinate, ha avuto un grandissimo margine di manovra nell’utilizzare la leva monetaria. Pensava che la soluzione di tutti i problemi fosse il taglio dei tassi. E invece la finanza è un gioco a somma zero».


continua

sfoglia settembre       
Chi sono

Mi chiamo Loretta Napoleoni e ho deciso di aprire un blog per condividere i miei articoli e le mie opinioni con la rete.

leggi tutta la biografia
Gli altri libri

Tutti i libri
Prossimi appuntamenti
Archivio


Blog letto1 volte
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom