.
Annunci online

abbonamento

G8: a L'Aquila macerie su macerie


Di seguito pubblico:
l'Opinione uscita su Metro giovedì 9 luglio, e lo Speciale TG1 a cui ho partecipato lo stesso giorno
(un clic sull'immagine per vedere il video: i miei interventi ai minuti 11,41-12,20; 31,27-32,20; 39,31-40,45; 52,59-54,38; 58,12).


Non aspettiamoci che il G8 tiri fuori le ruspe e spazzi via con le macerie del sistema finanziario quelle del terremoto. L'incontro al quale partecipano 39 nazioni. come dice Berlusconi, l'equivalente del 90% dell'economia mondiale, non ha il potere di farlo. Neppure la ricostruzione economica e quella della città dell'Aquila, fa parte dei compiti del G8. Questa istituzione nasce come forum informale dove i grandi della Terra possono scambiare idee e opinioni senza essere ingessati dai protocolli. Ma da una decina d'anni a questa parte il G8 si è allargato, facendo partecipare agli incontri anche altri paesi.  Difficile quindi immaginare quanto informale possa essere un evento al quale partecipano 39 nazioni con al seguito burocrati, sicurezza ed eserciti di giornalisti.


continua


Ottimismo o pessimismo?


martedì, 07 aprile 2009

La stampa ha inasprito la crisi del credito. Da mesi martella gli italiani descrivendone per filo e per segno i risvolti.
Possibile che si debba sempre parlare di cose brutte? Perche’ non prendere in prestito un po’ dell’ottimismo del Premier e ascoltare i suoi consigli?

Alla presentazione del nuovo libro di Vespa, “Viaggio in un’Italia diversa”, Berlusconi lancia un appello: consumatori e cittadini hanno il potere di porre fine all’ecatombe finanziaria e allora che la smettano di prestare ascolto ai media e facciano un po’ di shopping therapy; che c’e di meglio di usare quelle rilucenti carte di plastica nei loro negozi preferiti? Spendere fa bene allo spirito e all’economia.

Viene da chiedersi in quale paese vivono i politici, sicuramente in un’Italia diversa da quella dove abitiamo noi, cittadini e consumatori che da mesi facciamo fatica ad arrivare alla fine del mese. Soprattutto, viene da chiedersi se sono a conoscenza dei nostri problemi e di quelli dell’economia nazionale e mondiale. Sembra di avere a che fare con i replicanti di Maria Antonietta che quando le fu detto che la popolazione di Parigi era inferocita perche’ non aveva pane suggeri’ che piuttosto mangiassero dolci.


continua

sfoglia giugno        settembre
Chi sono

Mi chiamo Loretta Napoleoni e ho deciso di aprire un blog per condividere i miei articoli e le mie opinioni con la rete.

leggi tutta la biografia
Gli altri libri

Tutti i libri
Prossimi appuntamenti
Archivio


Blog letto1 volte
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom